yam disarmo2

Tutti possono fare qualcosa premendo sui Parlamentari Europei affinché prendano una decisione chiara a vantaggio del diritto internazionale umanitario. L'invito è quello di condividere  indirizzi e contatti "social"  in seguito e invitare tutti ad esercitare questa importante forma di pressione popolare.

 

logo difesa civile copyLe sei reti promotrici augurano buon lavoro al nuovo Presidente della Repubblica chiedendo attenzione alle forme di difesa non armata e nonviolenta della Patria.

expoAllo stato attuale la produzione agricola mondiale potrebbe facilmente sfamare 12 miliardi di persone……. si potrebbe quindi affermare che ogni bambino che muore per denutrizione oggi è di fatto ucciso”

Jean Ziegler, già Relatore Speciale delle Nazioni Unite sul diritto al cibo

 

cam dep 2015La Rete della Pace, insieme a molte altre associazioni, sindacati e comitati locali  , ha chiesto al Parlamento ed al Governo Italiano il riconoscimento dello Stato di Palestina, come atto di coerenza visto che il governo Italiano aveva votato positivamente alle Nazioni Unite il 29 Novembre 2012 per il riconoscimento dello Stato di Palestina sui confini del 67 con Gerusalemme est capitale.

 

 

kobaneDopo 134 giorni di eroica resistenza agli attacchi di ISIS, oggi finalmente le forze di difesa del popolo YPG/YPJ hanno annunciato che la città di Kobanê nel Kurdistan occidentale, Rojava, è stata completamente liberata dalle bande del cosiddetto Stato Islamico. La popolazione di Kobanê ha iniziato a festeggiare, così come in altre città curde.

it ripudiaLa riforma istituzionale  al vaglio del Parlamento, in questo momento  in discussione alla Camera dei Deputati,  annovera tra i vari provvedimenti discendenti dalla modifica delle funzioni del Senato anche una riscrittura dell'articolo 78 della nostra Costituzione. Tale articolo afferma che "Le Camere deliberano lo stato di guerra e conferiscono al Governo i poteri necessari" (Art. 78).

libiaFermatevi, la guerra non è la soluzione. Esistono altre strade.
Il caos libico non accetta scorciatoie, semplificazioni e improvvisazione. L'intervento armato non può che aggravare la situazione.

Vai all'inizio della pagina