Il progetto è rivolto alle donne profughe siriane nel Comune di Karşıyaka. Esse sono attualmente la fascia più vulnerabile dei profughi. Il progetto mira a rompere il loro isolamento e aiutarle ad inserirsi legalmente nel mondo del lavoro, costruendosi una fonte di reddito autonomo. Inoltre, mentre le donne sono impegnate in varie fasi del progetto, saranno previsti workshop di musicoterapia per i loro bambini, con una particolare attenzione a quelli affetti da stress-post conflitto.Il progetto prevede attività di:

  1. Corsi di formazione professionale e linguistica
  2. Workshop per bambini
  3. Creazione di una cooperativa di produzione
  4. Produzione e vendita
  5. Promozione, sensibilizzazione e visibilità

La selezione del personale necessario avverrà esclusivamente nell’area geografica di riferimento e la loro ricompensa equalizzata con personale specializzato attualmente operativo in Turchia.

1- Corsi di formazione professionale e linguistica

Dopo la consultazione con gli operatori e responsabili locali che lavorano con i profughi sono stati individuati due settori: sartoria, produzione e trasformazione alimenti.

Tali attività sono tradizionalmente esercitate da donne, ciò rende il progetto più facile anche per quelle con un basso profilo accademico che trovano le attività alla loro portata. Inoltre esiste una buona richiesta sul mercato sia per prodotti alimentari che per prodotti di sartoria e manufatti in quanto ci sono diverse fabbriche tessili nella regione.

È stato verificato che le profughe hanno difficoltà a sostenere i costi del trasporto per partecipare alle formazioni. Perciò verrà organizzato un servizio di trasporto per le donne e i loro bambini durante le attività.

Raramente le profughe siriane parlano turco. Per rimediare verranno messi a disposizione traduttori Arabo/Turco durante la formazione. Verrà organizzato anche un corso base di lingua turca. Verranno fornite le materie prime per il corso di cucina e un piccolo kit ad ogni partecipante per il corso di sartoria.

Le formazioni saranno così organizzate:

  • Sartoria: 60 ore
  • Cucina: 60 ore
  • Corso lingua turca base: 20 ore

Il costo di trasporto dell’affitto delle sale è sostenuto dal Comune di Karşıyaka. Il compenso del traduttore è sostenuto da “Izmir Edu. Cooperative” e “Kapılar Migranti Home” offrirà la consulenza gratuita.

2– Workshop per bambini

Dato che le donne hanno obblighi familiari, come prendersi cura dei bambini, sarà loro possibile portali alle formazioni durante le quali i bambini verranno assistiti da personale qualificato e parteciperanno ai workshop di musicoterapia creati per loro. I workshop saranno assistiti anche da uno psicologo considerando che secondo studi autorevoli la maggior parte dei bambini soffre da stress post-traumatico a causa della guerra.

  • Workshop e Musicoterapia bambini: 60 ore.

Il costo di trasporto e affitto della sala sarà sostenuto dal Comune di “Karşıyaka. Izmir Musician Ass.” offrirà la consulenza gratuita.

3- Creazione di una cooperativa di produzione

L’inserimento della singola persona nel mondo del lavoro senza un supporto adeguato rappresenta il rischio di possibile rifiuto della famiglia, per motivi tradizionali o eventuale sfruttamento da parte di datori di lavoro. Inoltre la gestione amministrativa e legale per ottenere i permessi rappresenta un ostacolo per le donne. Perciò sarà facilitata la costituzione e la registrazione legale di una cooperativa tra chi partecipa, dopo la formazione.

I partecipanti avranno l’assistenza amministrativa e legale dal Comune di Karşıyaka durante e dopo questo progetto – v. allegato. La costituzione della cooperativa oltre a creare un ombrello protettivo legale per le donne, le aiuterà anche ad organizzarsi e rendersi indipendenti. Per far comprendere e apprendere il funzionamento, organizzazione delle cooperative e procedure legali saranno organizzate 2 giornate di seminari e workshop sull’argomento. Un evento pubblico promozionale concluderà questa fase del progetto.

4- Produzione e vendita

In seguito, l’organizzazione logistica (luogo e equipaggiamento per la produzione) e la vendita diventano cruciali. 

Alcuni lavori possono essere svolti da singole persone nella propria casa. Tuttavia occorre avere un luogo sicuro e adeguato dove esponenti della neo cooperativa possano conferire per produzione e assemblaggio dei prodotti elaborati. Per sodisfare tale esigenza il Comune di Karşıyaka metterà gratuitamente a disposizione la cucina comunale per produrre e confezionare vari alimenti e lo spazio necessario per la sartoria, anche dopo il termine del progetto. Tale disponibilità è stata ufficialmente espressa - v. allegato.

Per la vendita dei prodotti, finora sono stati individuati due canali locali di commercio solidale: “Mercato di Kent Koop-Karenina” e “Local Appetizer shops”.  Essi gestiscono i servizi catering e la vendita di artigianato usando i prodotti di cooperative.  Tuttavia le attività promozionali e di sensibilizzazione dovrebbero reperire più clienti.

I partner del progetto organizzeranno il “Festival dell’artigianato”. La cooperativa oltre a mettere in mostra i suoi prodotti curerà il settore food del Festival.

Verranno prodotti poster, brochure, volantini e T-shirt promozionali per migliorare la visibilità.

5- Promozione, sensibilizzazione e visibilità

Una volta che la cooperativa è entrata in funzione verranno organizzate attività promozionali e di sensibilizzazione. Tali attività mirano a trovare futuri sostegni alla cooperativa e clienti stabili.

Incontri

  • Presso 3 comuni: Karşıyaka, Konak, e Simrne
  • Presso 3 ONG: Education Association, Supporting the Contemporary Life Association, People's Bridge Association
  • Presso 3 Università: Yaşar, Dokuz Eylül e Smirne

Il trasporto sarà sostenuto dal Comune Karşıyaka.

L’apertura del sito web, Facebook, Twitter e Instagram aumenterà la visibilità del progetto e le attività della cooperativa.  Sito web e social media raggiungerà più di 10.000 utenti.